Regolamento generale del torneo

La partecipazione al torneo comporta l’accettazione del presente regolamento

Lo spirito del torneo impone un gioco all’insegna della sana competizione; tutti gli incontri dovranno essere ispirati al principio del "fair play", gli atleti dovranno accettare le decisioni arbitrali e mantenere un comportamento rispettoso nei confronti di tutti i partecipanti.

Partecipazione: il torneo è rivolto a tutti e di qualunque livello. E’ ammesso un numero illimitato di cambi a patto che ci siano sempre 3 ragazze in campo. Per evitare incomprensioni e inconvenienti da quei cambi cosiddetti “strategici”, i cambi saranno possibili solo uomo su uomo e donna su donna.

Formula di gioco: la fase a gironi sarà disputata con partite di sola andata di due set fissi con il sistema del rally point sistem. Le finali si giocheranno al meglio dei 3 set con eventuale terzo set a 15. Al termine della fase a gironi sarà stilata una classifica sulla base del quoziente punti/set acquisito da ciascuna squadra. In caso di due o più squadre che si trovino con lo stesso punteggio la termine del primo girone, la classifica sarà stilata in base a: 1) Differenza set; 2) Differenza punti; 3) Scontro diretto. Ogni set vinto da diritto a un punto. Se dovesse esserci ancora situazione di parità, la classifica verrà risolta dal lancio di una moneta. Gli incontri di finale (1°-2° e 3°-4° posto) si giocheranno in due set su tre al meglio dei 25 punti con limite ai 33 ed eventuale terzo set ai 15 punti con uno scarto di due punti senza limite di punteggio.

Sorteggi: I sorteggi per la decisione dei gironi e del calendario verranno eseguiti nel momento della chiusura delle iscrizioni. Allo stesso modo verrà stilato un calendario degli arbitraggi e segnapunti.

Arbitraggi: gli arbitraggi saranno effettuati a rotazione dagli arbitri designati secondo un dettagliato programma consegnato all’inizio del torneo. Le squadre che non dovessero presentarsi al campo da gioco, o dovessero presentarsi con ritardi superiori ai 15 minuti rispetto ai tempi indicati nei tabelloni di gara, saranno dichiarate perdenti con il punteggio di 0-25. La perdita dell’incontro sarà decisa irrevocabilmente dal Commissario di gara su segnalazione del ritardo da parte della squadra avversaria e/o del Commissario di campo.

Verifica dei risultati della fase di qualificazione: al termine di ogni incontro le squadre hanno l'obbligo e diritto di verificare l'esatta trascrizione del risultato finale sul Tabellone di Gara. Terminati gli incontri di qualificazione nessuna richiesta di correzione dei risultati inseriti sui Tabelloni di Gara sarà accettata. Le classifiche, al termine della fase di qualificazione, saranno esposte su tabelloni e saranno anche presenti in formato digitale nei computer degli addetti.

Gestione dei ritardi: le squadre chiamate a disputare gli incontri che non dovessero presentarsi al campo da gioco, o dovessero presentarsi incomplete, o con ritardi superiori ai 15 minuti rispetto ai tempi indicati nei referti di gara, saranno dichiarate perdenti con il punteggio di 0-25. La perdita dell’incontro sarà decisa irrevocabilmente dal Commissario di Gara su segnalazione del ritardo da parte della squadra avversaria e/o dell’arbitro. Nessun ritardo sarà accettato per gli incontri a eliminazione diretta; in questo caso le squadre chiamate a disputare gli incontri che non dovessero presentarsi al campo da gioco, o dovessero presentarsi incomplete, o dovessero presentarsi oltre l’orario indicato saranno dichiarate perdenti con il punteggio di 0-25.


Principali regole di gioco

  • 1.Non sarà consentito a una squadra, iniziare o proseguire un incontro, avendo un numero di atleti in campo inferiore a 6.
  • 2.In tutte le partite del torneo, sarà obbligatoria la presenza di 3 donne in campo sempre.
  • 3.Se, nell’impossibilità di utilizzare giocatori di riserva, il numero degli atleti di una squadra dovesse risultare inferiore al numero minimo descritto al punto 1,la gara sarà sospesa e sarà decretata la vittoria della squadra avversaria con il punteggio di 0-25.
  • 4.Nel caso una squadra, nella fase a gironi, dovesse perdere più di due incontri per forfait, ai fini del calcolo del quoziente punti (valido per la determinazione della classifica provvisoria) non si terrà conto di alcun risultato degli incontri riferiti alla squadra stessa.
  • 5.Dopo ogni set le squadre cambiano campo.
  • 6.Nel corso dell’incontro, ogni squadra può richiedere un solo time-out per ogni set, di 30”.
  • 7.Pur non essendoci posizioni determinate per i giocatori in campo, né rotazioni, l’ordine di servizio deve essere mantenuto durante ogni incontro. Durante il servizio tutti gli atleti, tranne colui che serve, devono essere all’interno del proprio campo.
  • 8.Il giocatore ha a sua disposizione 8 secondi per servire dopo il fischio dell’arbitro; se il servizio viene eseguito dopo il fischio dell’arbitro, viene assegnato il punto alla squadra avversaria.
  • 9.Se il pallone, dopo essere stato lanciato o lasciato dal giocatore al servizio, cade a terra senza toccare lo stesso giocatore, o viene da questi afferrato, ciò è considerato come un tentativo di servizio e, conseguentemente, si ha la perdita dell’azione. In fase di servizio, la palla nell'oltrepassare la rete può toccarla.
  • 10.Quando tocchi simultanei al di sopra della rete fra due avversari danno luogo alla palla trattenuta il gioco continua (non viene fischiato il doppio fallo).
  • 11.La palla può essere toccata con ogni parte del corpo. Ogni squadra può colpire la palla per tre volte per farla tornare nell’altro campo.
  • 12.Nell’azione di muro il giocatore può toccare la palla anche al di là della rete, a patto che non interferisca con il gioco degli avversari, prima o durante la loro azione di attacco. Il primo tocco dopo il muro può essere eseguito da qualsiasi giocatore, incluso colui che ha toccato la palla a muro.
  • 13.Su servizio la palla può essere ricevuta in palleggio.
  • 14.La palla mandata nel campo avversario deve passare al di sopra della rete attraverso lo spazio consentito. Questo spazio è quella parte del piano verticale della rete delimitato, in basso, dalla sommità della rete e ai lati dalle aste (anche ipotetiche) e dalla loro estensione immaginaria.
  • 15.Un giocatore non può entrare nel campo avversario mentre può nella zona libera al di fuori delle astine e del campo da gioco.
  • 16.Nel caso avvenga un’interferenza esterna (es.: palla in campo) il gioco sarà interrotto e l’azione ripetuta.
  • 17.Per quanto non espressamente indicato valgono le regole internazionali di gioco della Pallavolo.